Grado di finitura nel lavaggio superficiale dei metalli

lavare e decapare a ultrasuoni

Definire il giusto grado di finitura nel lavaggio dei prodotti di ogni produzione.

Il nostro lavoro cerca la soluzione ottimale in ogni singolo caso perchè ogni azienda ha una propria scelta sul tipo di pulizia desiderata sui pezzi..

Il grado di pulizia di una superfici e di un pezzo lavorato non è uno standard uguale per tutti i produttori. La perfetta pulitura di un particolare meccanico, elettrico o stampato da una pressa dipende dalle singole esigenze di ogni produzione, ogni casa produttrice ha un differente obbiettivo e sceglie finiture e cicli di trattamento su misura che possono essere simili ma difficilmente saranno uguali al tipo di finitura superfiale di altre aziende.

Nel risolvere casi di lavaggio e cicli di pulizia di parti meccaniche come di componenti elettrici, la nostra azienda ha sperimentato come siano differenziate le problematiche di prodotti anche dello stesso settore. Il grado di finitura di un oggetto lavorato con macchine a controllo numerico è sempre influenzato dalla clientela del produttore stesso, dal tipo di lavorazioni meccaniche, dai trattamenti chimici che eseguirà, dal tipo di lubrificanti che utilizza nelle fasi di tornitura e alesatura, nel tipo di forni e chimica per la cromatura, la nichelatura e la verniciatura.

Un altro parametro da considerare che a volte può limitare il grado di finitura del ciclo di lavaggio è il tipo di macchine a monte e a valle del sistema ultrasonoro, perchè un pezzo grezzo o semi finito necessita di un grado di finitura minore rispetto ad un pezzo meccanico lavorato e finito in ogni sua parte, pronto per la spedizione.

Questo significa che ogni azienda e conto terzista ha esigenze diverse, quello che è pulito per uno può benissimo non esserlo per altri suoi competitori settoriali.

Nella nostra esperienza abbiamo visto come prodotti del tutto simili e con processo produttivo eguale abbiano necessità di diverso tipo di detergente, temperatura, e tipo di lavatrice per soddisfare l'utilizzatore.

Per gli oggetti che richiedono cicli di lavaggio complessi con impianti a più moduli e vasche, il grado di pulizia diventa un problema complesso che esperti professionali del lavaggio possono risolvere ma non il fai da te con soluzioni non valutate in dettaglio. Parametri di pulitura e i dettagli di come procedere per avere un risultato sono valutati intorno alle esigenze e strutture produttive dell'utente.

In particolare sono da esaminare i tabulati in cui sono a specifica le norme dei residui massimi ammessi sui prodotti che deve lavare.
Un tabulato o data sheet che descrive una specifica di residui e inquinanti ammissibili impone maggiore attenzione al ciclo e al tipo di generatori, potenze e frequenze da consigliare.

Ci sono vecchi tabulati, indicativi e stilati da produttori di sistemi oggi superati tecnologicamente, quando il nostro cliente richiede progetto e offerte in base a un data sheet di questo tipo, è nostro dovere professionale esaminarne l'accuratezza prima di offrire una impiantista idonea, anche adatta a superare o migliorare quanto richiesto dal precedente tabulato normativo con cicli, tempi, temperature e dati tecnici di frequenza, potenza e tipo di detergente.

La migliore via per avere il grado di finitura e pulitura specifico di un caso è definita dalle esigenze del cliente e richiede uno studio esperto preliminare anche presso i reparti delle aziende, per verificare le esigenze di finitura dei componenti, i tempi e metodi, e consigliare i cicli, le attrezzature ultrasoniche e i moduli necessari per ottenere il giusto grado pulente.

pulitura stampi Pubblicazioni tecniche su riviste di settore.

Macchine a ultrasuoni commercializzate a e-commerce catalogo non sono soluzioni tecniche attendibili ma un fai da te, un bricolage pericoloso per chi produce alta qualità di precisione, ad esempio nella tornitura a controllo e nella lappatura diamantata con precisioni assolute prossime al micron.

Il nostro staff esamina sempre e in maniera esaustiva le esigenze di ogni cliente potenziale, valutando attentamente i numeri e le caratteristiche delle diverse produzioni da lavare con le proprie macchine ultrasonore.

Spesso abbiamo dovuto correggere impianti di lavaggio non idonei, cicli di lavaggio poco valutati, impianti mancanti di moduli di risciacquo idrocinetico e di protezione pezzi in acciaio e ghisa, vasche pulitrici di scarsa potenza o con frequenze errate.

Evitare che gli utenti abbiano problemi aggiuntivi e che riescano a risolvere completamente le loro esigenze è il traguardo su cui il nostro gruppo si impegna quotidianamente.